Tra le fabbriche bruciate
passa il treno delle 7
con le facce disegnate
dal cammino del dolore
figlia mia che mi rimane
col vestito della sera
ho comprato tanti libri
per cercare di spiegare
chiedo scusa all’ignoranza
chiedo scusa alla tua scuola

onestà è una cosa sola
onestà è una cosa grande
oggi ho voglia di graffiare
le pareti della stanza
la signora è tanto buona
mi permette di parlare
libertà è una cosa grande, libertà è una cosa sola
libertà è una cosa grande, libertà è una cosa sola
libertà è una cosa grande, libertà è una cosa sola
libertà è una cosa grande, libertà è una cosa sola…

Condividi