Barbara luna rosso scudo
il re degli Unni guardava Roma
uomo di poca fantasia
lui la scambiò per una stella
quando gli uomini giunsero in collina
aveva sciolto l’armatura
e fu per ignoranza o per sfortuna
che perse il treno, il treno per la luna
Quando il “Leone” gli prese la mano
lui alzò il pugno chiuso e il suo coltello

forse mentiva l’uomo bianco
lui era proprio suo fratello
flagellum, flagellum Dei
flagellum, flagellum Agnus Dei
Quando i carri gli volsero le spalle
Leone levò il calice al cielo
e fu per ignoranza o per sfortuna
che questa stella figlio è ancora a Roma…
che questa stella figlio è ancora a Roma…

Condividi